Acqua di rose: le sue mille proprietà e come prepararla

L’acqua di rose è un antico prodotto di bellezza tramandato dalle nonne come rimedio skincare naturale. Ancora oggi questo preparato naturale si utilizza in cosmesi per usufruire delle sue proprietà: lenitive, stringenti, rinfrescanti, antiage. In questo modo la pelle potrà beneficiare delle sue azioni beauty. Ma il rimedio naturale possiede anche delle valide virtù terapeutiche. È consigliato per lenire i sintomi associati al mal di testa ed al mal di denti. L’acqua di rose si ricava attraverso la distillazione in corrente di vapore dei petali di rose. Ma si può anche preparare in modo semplice a casa. Le numerose proprietà cosmetiche dell’acqua di rose, la rendono un prodotto adatto per tutti i tipi di pelle. In particolare, è indicato in caso di: pelle sensibile, pelle secca, acne.

Inoltre possiede delle qualità efficaci per attivare un effetto sebo regolatore sul cuoio capelluto e per assicurare un’azione antiage. Questa serie di azioni si devono alla presenza delle vitamine A, B, C, E che svolgono effetti di tipo: idratante, lenitivo, antiossidante, astringente, purificante, tonificante. Quindi è utile grazie alle sue proprietà calmanti in caso pelle sensibile. Inoltre serve in caso di acne in quanto riduce infiammazione e rossore. Il rimedio è capace di offrire delle preziose proprietà astringenti e purificanti che agiscono sulla pelle grassa. Infatti l’acqua di rose è consigliata per ridurre l’eccesso di sebo. Mentre le sue virtù antibatteriche sono valide sull’acne ma anche in caso di rosacea, ulcere della pelle, afte.

Come prodotto antiage previene le rughe, offrendo alla pelle le sue proprietà antiossidanti dovute alla concentrazione di vitamina E e vitamina C. Così l’acqua di rose contrasta i danni dei radicali liberi ritardando la comparsa delle rughe. In più il rimedio naturale previene e riduce le macchie cutanee.

Altri usi beauty del rimedio naturale

acqua-di-rose-1

Tra i vari trattamenti viso a base del rimedio vi sono anche quelli efficaci per sgonfiare le occhiaie ed i segni della stanchezza. In tal caso servono degli impacchi con dei dischetti di cotone imbevuti con il toccasana per avere uno sguardo fresco e riposato.

Ma la preziosa acqua è un alleato anche della chioma. Infatti agisce da detergente per i capelli, oltre a ridurre l’eccesso di sebo. Come trattamento hair care è utile poi per previene e limitare la caduta dei capelli. Si può usare come detergente applicandolo sul cuoio capelluto e sulle lunghezze prima di fare lo shampoo, massaggiando e lasciando agire per circa venti minuti. Il trattamento hair care stimola poi la ricrescita dei capelli.

L’acqua di rose è utile contro il mal di testa, basta fare un impacco da tenere sulla fronte per mezz’ora o più in base all’intensità. Inoltre allevia le infiammazioni gengivali ed agisce a livello locale. Quindi si possono fare degli sciacqui riscaldando un po’ di acqua di rose. Quando fa caldo si può usarla come lozione corpo rinfrescante dopo averla conservata in frigo. Allo stesso tempo è utile per lenire i rossori della pelle causati dall’esposizione al sole.

Può essere utilizzata anche per un bagno tonificante e rilassante che scaccia lo stress. In questo caso si sfruttano le sue qualità neurotoniche, che stimolano il sistema nervoso. Così si può l’energia e l’equilibrio psico-fisico.

Come preparare l’acqua di rose a casa

Il rimedio può essere preparato anche a casa. Per prepararla servono i seguenti ingredienti: 1/2 chilo di petali di rose rosse o rosa e 1/2 litro di acqua distillata. Per rendere il profumo più intenso è possibile aggiungere l’olio essenziale di rosa.

Si devono mettere i petali in una pentola con l’acqua distillata e lasciar bollire. Quando inizia a bollire si deve coprire per non far uscire il vapore. La soluzione va tenuta sul fuoco per altri 15 minuti a fiamma bassa. Dopo aver spento si può versare qualche goccia di olio essenziale, per poi lasciar coperto per almeno un’ora. Passato il tempo si filtra e si versa in una bottiglia di vetro sterilizzata. Va poi conservata in frigo e consumata entro tre mesi.

Si deve fare una raccomandazione: se si compra l’acqua di rose è bene orientarsi verso un prodotto bio per evitare delle sostanze conservanti, come il Khaton C, che potrebbero provocare allergie o dermatiti.

, , , ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →