Acqua di rubinetto, minerale o filtrata. Tutti i pro e i contro

Beviamo acqua ogni giorno costantemente per tutta la vita, l’acqua è necessaria per vivere una vita salutare ma non sappiamo quale sia il modo migliore per assumerla non correndo rischi per la nostra salute. Acqua di rubinetto? In bottiglia? Filtrata? Di seguito valuteremo le varie possibilità sia positive che negative.

Acqua del rubinetto

acqua di rubinetto1

Pro: questa arriva nelle nostre case costantemente ed a grandi quantità. Basta infatti aprire qualsiasi rubinetto di casa e possiamo bere direttamente, costa poco ed è molto controllata per valutare i limiti di legge dei contaminanti. Ecologica in quanto non necessita di plastica per essere utilizzata. Nessun costo di trasporto ed altro.

Contro: il tragitto che l’acqua deve fare nelle tubature la porta ad avere un sapore ed un odore poco gradevole. Soprattutto se le tubature in questione sono vecchie ed arrugginite.
Per depurarla si utilizzano disinfettanti chimici come il cloro, questi lasciano molti residui. Questi non sono presenti nelle città che utilizzano i depuratori ma sono pochissime nel nostro paese.

Acqua minerale
Pro: la si trova soprattutto in bottiglie di plastica ed è ottima. La maggior parte di queste non ha contaminanti o ne ha con valori minimi. Questa non sostiene trattamenti disinfettanti che sono addirittura vietati. La si trova in varie forme, liscia, gasata, leggermente gasata, insomma di tutti i gusti. La soluzione eccellente è prendere quella nelle bottiglie di vetro per evitare lo spreco della plastica. Ma si trovano anche bottiglie di plastica biodegradabile.

Contro: noiosa da trasportare, infatti le confezioni dell’acqua sono sempre molto pesanti. Costa sicuramente di più di quella del rubinetto con un tasso di contaminazione più alto. Il controllo chimico e batteriologico può essere anche eseguito una volta ogni 5 anni il che causa una possibilità maggiore di contaminazione.

Acqua filtrata con impianti domestici

Pro: indubbiamente la più consigliata in quanto gli impianti di microfiltrazione o ad osmosi inversa puliscono l’acqua che esce dal rubinetto. Quindi niente cloro, ruggine o scorie varie. Con questa si può tranquillamente cucinare, dare da bere ai nostri bambini ed animali domestici.
Alcuni impianti agiscono anche direttamente dal rubinetto della cucina permettendo di bere acqua alla spina.

Contro: costi iniziali importanti, infatti un buon impianto varia dalle 1200 ai 3000 euro più il costo annuale per il cambio dei filtri. Alcuni apparecchi di filtrazione sono molto ingombranti ma col passare del tempo stanno costruendo impianti più piccoli.

, ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →