Amicizia tossica: ecco i segnali a cui prestare attenzione

La tossicità di un rapporto lo rende dannoso a livello mentale, fra questo può esserci anche l’amicizia tossica che deve essere riconosciuta e bloccata.

L’amicizia tossica si può manifestare sotto molte forme, alcune più importanti ed altre di meno ma pur sempre dannose. Le persone tossiche riescono a succhiare energia anche a quelle più genuine portando a diventare anch’esse a vedere il mondo in maniera negativa.

Ci sono alcune caratteristiche che deve avere un’amicizia per essere vera e pulita, partendo dalla lealtà, all’onestà, al rispetto e altruismo. Spesso però non riusciamo a staccarci da chi non ha queste qualità rimanendo bloccati in relazioni negative. Un’amicizia può diventare tossica anche dopo molto tempo, anche se questa era una bellissima amicizia. Il rapporto infatti può cambiare per una serie di motivi.

amicizia-tossica1

Cosa può cambiare una bella amicizia in amicizia tossica?

E’ bene precisare che l’amicizia è un sentimento ed un rapporto che si costruisce nel tempo e non a senso unico. Di tossico non ci sono le persone ma il rapporto che si crea fra loro. Alle volte le abitudini tendono a dare per scontato un rapporto di amicizia che in effetti non c’è più ma, proprio per abitudine, lo portiamo avanti.

L’identikit dell’amicizia tossica
Nella maggior parte dei casi l’elemento tossico non si rende neanche conto di esserlo. Tende ad essere egoista e di mettere avanti sempre il suo bene e difficilmente a pensare a bene altrui. Il soggetto è incline alle critiche, a colpevolizzare gli altri e si lamenta di continuo anche delle cose più banali.

Ecco i segnali per individuare un’amicizia tossica

Per capire se il rapporto di amicizia con una persona è sano oppure di tratta di amicizia tossica dobbiamo porci delle semplici domande.

1- Mi posso fidare?
2- Mi accetta per quello che sono o vuole portarmi ad essere come lui/lei?
3- Mi critica spesso?
4- Mi giudica facilmente?
5- Stare con Lui/lei mi fa star bene o mi distrugge?
6- Gli conviene essere amico/a mio/a?
7- E’ felice se sono felice io?
8- Conosce il mio valore o devo cercare di farmi valere ai suoi occhi?
9- Quando ci sentiamo ascolta anche i miei di problemi oltre a dirmi i suoi?
10- Perchè sminuisce i miei successi?

Dopo aver determinato lo stato negativo del vostro rapporto potete proteggervi con qualche piccolo accorgimento. Se potete non rispondete al telefono, al limite cercate di far durare poco la conversazione.Chiamate voi e cercate di farvi ascoltare e consigliare sui vostri problemi. Iniziate a dire di no, a contrastarli se non siete d’accordo, dire sempre di si alimenta la potenza della sua tossicità. Cercate di non dare consigli troppo dettagliati, rimanete sul vago o addirittura evitate di darli.

Qualsiasi cosa succeda sarà colpa vostra.

Non vi fate comandare in nessun modo e chiedetevi se il suo atteggiamento a voi va bene oppure no. Quando avrete ben chiaro che questo rapporto a voi non porta niente di buono iniziate ad allontanarvi piano piano. La cosa più importante è che vi rendiate conto che un rapporto tossico può solo negativizzare la vostra vita e dovete invece cercare di amarvi di più.

, ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →