Ansia da Coronavirus: i consigli di una psicologa

In molti si sono ritrovati a soffrire di ansia da Coronavirus ed a non sapere come gestirla. Cosa fare quando lo stato di ansia da Coronavirus prende il sopravvento? L’ansia compare per molti motivi. ma in questo caso si alterna fra quella per il contagio, per lo stato di prigionia che si è creato per evitarlo.

ansia-da-coronavirus-1

Oltre che per la paura di doverlo affrontare, la sofferenza e la morte. Insomma questo virus ci ha portati a soffrire a livello fisico ma anche mentale. Ogni giorno accendiamo la tv aspettando una buona notizia e la spegniamo con uno stato d’animo pessimo per cio’ che invece continua ad accadere.

Vivere con una continua ansia danneggia oltre la mente anche il corpo in quanto somatizziamo. Questo porta ad avere tantissimi disturbi all’apparenza inspiegabili ma che di base hanno solo questo prolungato stato di stress e tensione. Questo non solo ci fa star male ma abbassa anche le nostre difese immunitarie.

Che molte, troppe persone siano soggette da questa ansia da Coronavirus ed attacchi di panico lo testimonia il fatto che la vendita di ansiolitici ed antidepressivi è aumentata paurosamente.

Ecco alcuni consigli da parte di una bravissima psicologa per affrontare l’ ansia da Coronavirus.

Evitiamo di informarci troppo: tutti ormai ci teniamo aggiornati grazie alla tv o internet. Ma c’è chi ne fa una vera malattia guardando costantemente notizie da ogni parte. Meglio attenersi ad un paio, al massimo 3 volte al giorno per le info evitando canali non attendibili. Purtroppo, soprattutto sul web, circolano siti e blog pieni di notizie errate.

Cercare di capire i dati che leggiamo o sentiamo: non tutti sono malati, esistono i guariti e gli asintomatici.
Manteniamo la nostra routine fino a che è possibile: nonostante le tante limitazioni soprattutto nelle zone rosse dobbiamo mantenere un certo ritmo di vita. Il nostro ritmo, cerchiamo di non rallentare quello che è possibile fare e che abbiamo sempre fatto. Questo aiuta a rendere il momento più normale possibile.

Parliamone: parlare con gli altri delle nostre preoccupazioni aiuta ma non esageriamo. Non facciamo si che questo sia l’unico argomento di conversazione.

Cerchiamo di governare le nostre emozioni: non possiamo gestire la pandemia ma le nostre emozioni si. Questo non dovremmo farlo in quanto rischiano di esplodere. Cerchiamo di non esagerare con le preoccupazioni per questa situazione per non perdere il controllo sia della vita che delle emozioni.

, , ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →