BIMBA DI 6 ANNI SALVA LA MADRE GRAZIE ALLE MANOVRE DI PRONTO SOCCORSO IMPARATE A SCUOLA

Una bimba di soli 6 anni è riuscita a salvare la madre grazie alle manovre di pronto soccorso che aveva imparato durante una dimostrazione a scuola. Alle volte sembra banale far vedere a bambini cosi’ piccoli queste cose. Ma quello che è successo in questo caso fa’ riflettere veramente.

L’episodio si è verificato in Gran Bretagna, la piccola di soli 6 anni si chiama Malak Touak. Sua madre Zahia di 48 anni era intenta a fare le pulizie di casa quando improvvisamente di accascia a terra.

La donna soffre di diabete da sempre ed ha sempre detto alla bambina che, se si fosse sentita male, avrebbe dovuto chiamare il 999. Quando la piccola Malak ha visto la madre a terra ha provato a chiamarla per svegliarla ma Zahia era gia’ in coma diabetico.

Con un sangue freddo che anche qualche adulto non avrebbe, la bambina ha preso il telefono in mano ed ha fatto il 999 come le aveva detto la mamma. L’operatore ha capito subito la situazione ed ha dato indicazioni alla bimba mentre l’ambulanza era gia’ partita.

La piccola ha praticato le manovre di pronto soccorso che pochi giorni prima aveva imparato durante una dimostrazione nella sua scuola. Quelle insieme alle dritte dell’operatore hanno fatto si’ che arrivasse l’ambulanza e la donna riuscisse a riprendere conoscenza.

Se la bimba di 6 anni non fosse stata li’ in quel momento la donna sarebbe morta sicuramente.

E’ stata quindi premiata dalla London Ambulance Service con un riconoscimento e la telefonata è stata pubblicata sul loro sito.

Non solo per premiare la bambina ma perchè questo sia un esempio di quanto può essere utile un corso di pronto soccorso anche in tenera età.

La mamma di Malak può solo essere orgogliosa di sua figlia, solo grazie a lei adesso può continuare a vivere la sua vita. Le parole della bambina hanno poi toccato il cuore di tutti, ha detto semplicemente di non aver fatto niente di straordinario, voleva solo salvare la mamma.

 

, , ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →