Colliri naturali: alcune preparazioni da fare in casa

Per la salute degli occhi si possono usare in alternativa alle gocce decongestionanti dei colliri naturali. Queste preparazioni fai da te si possono usare in caso di irritazione oculare. Ma anche quando gli occhi sono colpiti da: gonfiore, prurito e bruciore.

Meglio evitare un trattamento naturale in caso di: congiuntiviti, infezioni da patogeni, allergie. In genere i rimedi naturali non presentano controindicazioni ed effetti collaterali ma è bene chiedere il parere del medico.

In caso di occhi rossi, stanchezza e bruciore, si possono preparare dei colliri naturali che agiscono in modo tempestivo. Per lenire eventuali arrossamenti si può fare in casa un collirio con pochi ingredienti. Ad esempio, si possono usare: 2 bustine di camomilla, un bicchiere di acqua, un cucchiaino di bicarbonato. Inoltre serve un contenitore apposito per custodire il collirio.

Si procede facendo bollire l’acqua aggiungendo poi un cucchiaino pieno di bicarbonato. Dopo che si sarà sciolto si possono mettere in infusione le bustine di camomilla. A questo punto si deve attendere qualche minuto prima di versare il collirio nel contenitore ed usarlo.

Basta una goccia per occhio da lasciare agire per 10 minuti. In seguito, si devono risciacquare gli occhi con acqua fredda. Per ottenere dei buoni risultati servono più applicazioni del rimedio naturale.

Colliri naturali a base di: camomilla, altea, eufrasia

La camomilla è un alleato prezioso degli occhi, utile per alleviare stanchezza, irritazione ed infiammazione. Quindi si può usare la camomilla localmente sia sulle zone oculari sia su quelle perioculari. Si consiglia di usare i fiori di camomilla per preparare un infuso da applicare sugli occhi.

Dopo averlo lasciato intiepidire si possono imbevere delle garze sterili da passare sugli occhi. In alternativa, si possono usare i sacchetti di camomilla da far bollire e poi mettere in freezer. Si possono mettere sugli occhi e tenerli in posa per 15 minuti più volte al giorno.

Tra gli altri colliri naturali utili per la stanchezza e la secchezza oculare si consiglia quello a base di altea. Si può preparare un decotto di altea dalle proprietà: emolliente, idratante, rinfrescante. Il rimedio si applica inumidendo una garza e passandola sia sulla parte interna che esterna degli occhi. Così si crea una sorta di barriera protettiva sugli occhi grazie all’altea.

Un altro tipo di collirio green è quello a base di fiori di eufrasia, utile per trattare le zone oculari colpite da pruriti e rossori. Questo perché la pianta offre un’azione idratante, lenitiva, decongestionante. Il rimedio è utile in caso di: arrossamenti, congiuntivite, esposizione al sole, infiammazione delle palpebre, orzaiolo. Basta preparare un infuso di eufrasia, da applicare sugli occhi con delle garze sterili. Si consiglia anche di far penetrare qualche goccia negli occhi.

, ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →