Crampi allo stomaco: cause, sintomi e cure

I crampi allo stomaco sono letteralmente fra i disturbi più comuni e che possono essere causati da moltissimi fattori. La fame, la gastrite, qualcosa che abbiamo mangiato ma non si limitano a queste le cause dei crampi allo stomaco. Alcune volte compaiono a causa di fattori esterni allo stomaco e possono essere avvisaglie per altri problemi.

Cosa sono e come si presentano i crampi allo stomaco

Siamo abituati a parlare di crampi allo stomaco quando ci accorgiamo di avere fame. Questi passano al momento in cui ingeriamo del cibo e diamo allo stomaco quello di cui ha bisogno.

Ma non sempre si tratta di fame. I crampi allo stomaco possono essere lievi o molto intensi, brevi o di lunga durata ma difficilmente ci fanno preoccupare.

Quando questi si presentano sia a stomaco pieno che vuoto e la sensazione è di avere una pinza nello stomaco allora di certo non è la fame che la causa.

Oltre ai crampi può presentarsi dolore alla schiena, aerofagia, eruttazioni acide e gonfiore addominale. In questi casi è bene cercare di capire da cosa proviene il disturbo, potrebbe non essere niente di grave ma anche nascondere qualcosa che deve essere curato tempestivamente.

Le patologie che possono causare questi disturbi sono la gastrite, l’ulcera peptica, il reflusso gastroesofageo, l’ernia iatale, tumore, intolleranze o allergie alimentari, intestino irritabile.

Anche le intossicazioni alimentari, virus intestinali, indigestioni o congestioni e strappi muscolari possono causare dei forti dolori crampiformi.

Fra le altre cause abbiamo i calcoli della bile e colecisti, l’infarto, l’aneurisma dell’aorta e la sindrome premestruale. Per ultime ma non per importanza abbiamo lo stress e l’ansia associati anche ad attacchi di panico.

COSA FARE NEL CASO DI CRAMPI ALLO STOMACO

Come prima cosa è necessario indagare su cosa causa il disturbo. Sarà il vostro medico curante a prescrivere gli esami adatti al vostro caso.

In genere vengono prescritte le analisi del sangue e test per le allergie alimentari ed intolleranza al lattosio. Può essere necessaria una gastroscopia oppure un’ecografia o TAC.

Al momento in cui verranno escluse cause fisiologiche è possibile attribuire il fastidio a cause psicologiche come ansia e stress. Nel caso in cui dagli esami emerga qualcosa di fisiologico sarà cura del vostro medico prescrivere la terapia adatta.

, , ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →