Diarrea: i rimedi naturali migliori

Le alterazioni dell’alvo se prolungate sono una spia del malfunzionamento dell’organismo, nel caso di diarrea in associazione ad altri sintomi quali mal di stomaco, nausea e ventre gonfio, è bene indagare. Anche se di solito questo quadro di sintomi si risolve nel giro di 2-4 giorni. Tra le cause principali che possono scatenare episodi ricorrenti di diarrea ci sono spesso le infezioni virali e le intossicazioni di tipo alimentare.

Se gli episodi diarroici si prolungano per più di una settimana, la problematica si può ritenere cronica. È opportuno quindi rivolgersi al medico per valutare lo stato ed escludere una grave infiammazione.

In caso di condizione passeggera e non legata a condizioni patologiche associate è possibile tenere a bada la diarrea evitando i farmaci. Si può così optare per vari rimedi naturali. Dal momento che il soggetto colpito da episodi frequenti di diarrea tende a disidratarsi è bene provvedere ad un reintegro di liquidi. Si consiglia per prima cosa di bere molta acqua per contrastare la perdita di liquidi attraverso le feci.

Oltre a bere acqua si possono assumere: brodo vegetale, ghiaccioli senza zucchero, succhi di frutta senza polpa, limonata, bevande sportive. Per quanto riguarda la dieta si dovrebbero reintegrare i cibi solidi in modo graduale. Evitando i cibi grassi, le spezie, il fritto, il caffè, le bevande alcoliche ed i dolcificanti artificiali che peggiorano la diarrea. Il medico in genere indica tali raccomandazione. Nei casi più severi può prescrivere dei farmaci.

Chi segue un approccio fitoterapico può sperimentare alcuni rimedi naturali per combattere la diarrea. Ad esempio si consiglia un infuso di camomilla che offre un effetto antispasmodico. In base ai dati di uno studio dell’Università delle Scienze Medice di Camagüey (Cuba) il rimedio placa l’infiammazione intestinale.

Alcuni rimedi naturali per trattare la diarrea

diarrea1

Un altro toccasana è una bevanda a base di limone. Questo agrume promuove un potente effetto digestivo e battericida. In più vanta delle proprietà astringenti utili per prevenire la perdita di liquidi dall’intestino. Il limone è capace anche di regolare la produzione degli acidi nell’apparato digerente. In caso di diarrea cronica si può preparare un rimedio a base di: succo di un paio di limoni, acqua (1 litro), sale (2 grammi), bicarbonato di sodio (10 grammi).

Si devono spremere i limoni e poi aggiungere acqua, sale, bicarbonato e mescolare. Si consiglia di assumerlo in quattro momenti nel corso della giornata.

Anche le carote sono preziose in caso di diarrea perché contrastano la disidratazione. Inoltre contribuiscono a ripristinare l’equilibrio della flora intestinale. Un dato dimostrato da uno studio dell’Università Statale della Pennsylvania. Le carote poi apportano all’organismo un buon apporto di minerali: sodio, calcio, potassio, zolfo.

Si consiglia di preparare una vellutata da consumare calda. Dopo aver pulito e tagliato a pezzi 3 carote si mettono in una pentola con acqua (circa 4 tazze). Una volta cucinate le carote si devono frullare per ottenere una vellutata liscia.

In caso di diarrea si consiglia un’altra soluzione: l’acqua di riso. Si deve solo tenere da parte l’acqua di cottura del riso dove si concentrano delle proprietà benefiche. In quanto ricca di amido quest’acqua placa il mal di stomaco ed i crampi. Secondo i risultati dello studio condotto dal Dr. Verny E. Huertas-Franco, l’acqua di riso frena la diarrea. Inoltre protegge la mucosa gastrica e calma l’irritazione. Quindi il rimedio è utile in caso di episodi diarroici.

Si deve cucinare il riso e poi tenere da parte, al momento in cui si scola, il liquido di cottura. Si deve lasciare raffreddare per berla a sorsi durante il corso della giornata.

, ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →