Gengive gonfie: cosa le causano ed i rimedi migliori

Tra i problemi che possono colpire il cavo orale, si segnalano le gengive gonfie. Un disagio che tende a colpire grandi e piccoli in caso di infezioni o di irritazioni di tale sede. Oltre al gonfiore si associa un cambio di colorazione della gengiva colpita da flogosi. Infatti le gengive gonfie appaiono arrossate.

Ma spesso il gonfiore si accompagna ad episodi di sanguinamento e di dolore. Inoltre, a causa dell’infiammazione si avverte dolore durante la masticazione e quando si esegue la quotidiana igiene orale. In più questa problematica altera la stessa salute di: denti, bocca e cavo orale.

È importante intervenire per evitare che l’infiammazione possa irradiarsi ai tessuti della zona parodontale. Si tratta della struttura che permette di mantenere attaccato il dente al tessuto osseo. In genere, tra le principali cause delle gengive gonfie ci sono delle cattive abitudini legate al non corretto spazzolamento dei denti. Quindi è bene passare lo spazzolino con il giusto orientamento e con movimenti non troppo vigorosi.

È bene poi usare in modo corretto il filo interdentale per non provocare lesioni delle gengive. Tra le altre cause del disturbo dentale ci sono anche casi di ricostruzione dentale o di protesi inadeguate. Ma anche delle malattie associate ad un’igiene orale non corretta oppure ad un cattivo stato di salute dei denti.

Come la gengivite che causa arrossamento, gonfiore ed infezioni batteriche. Senza trascurare le carie dentali che a lungo andare possono rendere troppo sensibili le gengive, esponendole ad episodi di gonfiore e rottura del dente.

Altri fattori possono determinare le gengive gonfie quali: la carenza di vitamina C e di vitamina K; le variazioni ormonali quando si allatta ed in gravidanza; il diabete; le malattie metaboliche; la malnutrizione. Inoltre possono causare gonfiore l’assunzione di alcuni farmaci e di contraccettivi orali.

Come si possono trattare le gengive gonfie

Per trattare questi episodi di infiammazione locale è bene identificare la causa. Inoltre è bene rispettare delle piccole accortezze per un rituale di igiene orale corretto. Quindi si devono lavare i denti con movimenti delicati e si può passare ogni giorno il filo interdentale. Si raccomanda anche una periodica pulizia dentale per ridurre le infezioni batteriche, le carie ed altre problematiche.

È opportuno poi fare attenzione a ciò che si mangia, evitando i cibi freddi e quelli ricchi di zuccheri. Anche lo stress e gli stadi di forte ansia incidono sulla salute delle gengive in quanto determinano la flogosi. Quindi è importante affrontare meglio queste sensazioni nocive per la salute.

In caso di gonfiore a livello delle gengive si possono prescrivere alcuni farmaci. In genere, il dentista oppure il farmacista raccomanda uno specifico collutorio che lenisce il gonfiore ed il rossore. Ma si può fare affidamento anche su dei rimedi naturali dalle proprietà antinfiammatorie.

Si consiglia ad esempio la camomilla ma anche la tintura di echinacea. Questa si usa dopo averla diluita con acqua. Si possono così fare degli sciacqui che agiscono sulle gengive infiammate in modo benefico. Si consigliano poi degli sciacqui con sale ed acqua per ridurre il gonfiore gengivale.

, ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →