LE EMOZIONI FANNO GONFIARE LA PANCIA: ECCO PERCHE’

.Le emozioni possono essere la causa dei nostri problemi fisici, anche quelli della nostra pancia.

Quando ci sentiamo gonfi e costipati il problema potrebbe essere semplicemente psicosomatico. Naturalmente dopo aver escluso che questi dipendano da problemi fisici.

I SINTOMI: dolori addominali anche con crampi, stitichezza o diarrea, nausea, digestione lenta, pancia e stomaco più gonfi del normale, meteorismo.

Quando compaiono questi sintomi è necessario innanzitutto andare dal medico. Questo vi prescriverà degli esami e controlli da fare per escludere patologie fisiche oggettive. Come per esempio allergie ed intolleranze, ulcere, calcoli al colecisti.

Sono molte le cause di questi sintomi ma spesso non sono causati da questioni fisiche. Ma semplicemente è una questione psicologica. Per questo il nostro intestino si chiama anche secondo cervello. Questo perchè il nostro intestino interviene quando siamo sotto stress. Se abbiamo avuto un periodo caratterizzato da ansia, o abbiamo dei problemi da affrontare, cambi di umore e tensione nervosa, il nostro intestino reagisce. Quando saranno esclusi problemi fisici allora è il momento di intervenire a livello mentale.

COME AGISCONO LE EMOZIONI SUL NOSTRO INTESTINO:

L’intestino ed il cervello camminano di pari passo. Tra loro esiste un dialogo abbastanza frequente. Soprattutto se le emozioni sono contrastanti. Oppure condizionate da fattori esterni. Nel nostro intestino ci sono delle cellule neuronali che, in certi casi, liberano una certa quantità di seratonina. Addirittura fino al 95% di quella prodotta dal nostro organismo.

Quando viviamo momenti di stress o stati di animo negativi la quantità di seratonina rilasciata dal cervello non basta. Ed ecco che questo chiede all’intestino di intervenire. Questo interviene rilasciandone altra. Ed è proprio questo che provoca tutti i disturbi citati sopra.

QUAL E’ IL MECCANISMO?

Semplice, quando la seratonina deve essere liberata dal nostro intestino, la muscolatura dell’addome inizia a contrarsi. Da qui possono nascere i nostri problemi di stipsi, diarrea. Oltre a dolore e crampi, gonfiore e gas intestinali. Se lo stress è prolungato lo stomaco aumenta la produzione di acido cloridrico causando bruciori, gastrite ed ulcere.

Se le contrazioni sono a livello del diaframma, tipo quando restiamo senza respiro, la digestione rallenta.

Detto questo, quando siamo certi che i nostri disturbi non dipendono da fattori fisici ma psicologici è necessario intervenire sui livelli di stress. Alle volte sfogarsi con qualcosa che ci piace fare ci può aiutare. Lavoriamo su noi stessi per capire quali sono le emozioni che condizionano il nostro organismo. Perchè le emozioni possono farci star male non solo mentalmente ma anche e soprattutto fisicamente.

, , , ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →