Lo stress cronico è nemico degli occhi e non solo: le conseguenze

Un nemico giurato della vista è lo stress cronico perché può causare vari disturbi. In particolare, una prolungata condizione di stress può contribuire alla perdita di visione. Talvolta poi può peggiorare alcune condizioni patologiche come il glaucoma e la degenerazione maculare senile.

A tali conclusioni è giunta la ricerca firmata da Bernhard Sabel, direttore dell’Istituto di Psicologia Medica presso l’Università tedesca di Magdeburg. In seguito la ricerca è stata pubblicata sulla rivista EPMA Journal. Nel corso dell’indagine si sono esaminati precedenti studi e trial clinici.

Grazie a questi dati, Sabel ha evidenziato che lo stress cronico, che causa una maggiore presenza di cortisolo in circolo, può provocare la perdita di visione. I soggetti corrono anche il rischio di peggiorare il glaucoma e la degenerazione maculare senile. In sostanza incidono sulla vista fattori psicosomatici.

Si evince che eliminando lo stress si può salvaguardare la vista. Lo studio di Sabel dimostra quanto sia positivo in oftalmologia seguire un approccio psicosomatico. È consigliabile imparare a ridurre lo stress cronico con delle strategie. Come nel caso della semplice gestione di eventi stressanti o grazie alla meditazione.

In questo modo si potranno registrare degli effetti benefici per gli occhi. Secondo Sabel sarebbe vantaggioso prevedere dei test clinici per appurare se i metodi per ridurre lo stress permettono di diminuire il decorso progressivo di malattie severe.

Gli effetti dello stress cronico a carico della vista

Chi vive un periodo di forte stress cronico può non vederci bene. Talvolta può addirittura perdere qualche grado. Delle conseguenze dovute ad alterazioni della circolazione sanguigna durante lo stress.

Perché il soggetto risente di un calo del flusso di sangue pompato dal cuore verso alcune aree periferiche quali: il cervello, la pelle e il cuore. Così il corpo attiva un comportamento difensivo, mentre il cervello avverte uno stimolo negativo, risponde con una sensazione di disagio dal punto di vista visivo.

Anche alcune semplici azioni quotidiane possono agire da fattori di stress a carico della visione. Gli occhi possono risentire di affaticamento e di degrado dopo troppo tempo passato dinanzi al computer. Anche quando si resta per lungo tempo in un ambiente dove si usa luce artificiale, gli occhi possono influire di deficit visivi.

Oltre a sperimentare problemi di messa a fuoco si possono registrare episodi di vista offuscata oppure annebbiata ad uno o due occhi. Tra gli altri sintomi dello stress visivo ci sono: bruciore, secchezza oculare, fastidio alla luce, stanchezza e mal di testa.

, , ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →