Sgonfiare le gambe: ecco l’alimentazione corretta per risolvere il problema

Con i giusti consigli è possibile sgonfiare le gambe. Nel corso della stagione calda chi risente di gonfiore e pesantezza alle gambe che porta ad affrontare: dolori, formicolii e crampi a livello dei polpacci e delle caviglie. In caso di disturbi della circolazione venosa oltre a praticare più movimento può essere utile seguire una dieta caratterizzata da cibi capaci di contrastare le gambe e le caviglie gonfie.

Chi vuole liberarsi del gonfiore che accompagna caviglie e gambe deve integrare nel suo regime alimentare più fibre vegetali. Queste sostanze aiutano a combattere la stipsi. Una condizione che incide sulla circolazione venosa. Come conseguenza infatti causa il gonfiore di piedi e di caviglie. Tra le migliori fonti di tali nutrienti ci sono i piselli freschi.

Che riattivano l’intestino e garantiscono una buona quantità di acido folico, utile ai neuroni. Inoltre si consiglia come fonte di fibre l’orzo, che contrasta disturbi quali: la stitichezza, la gastrite, la colite. Tra la frutta più ricca di fibre si segnalano i fichi. Che oltre ad avere un effetto lassativo sono capaci di ridurre l’infiammazione.

Gli alimenti che permettono di sgonfiare le gambe in modo naturale

sgonfiare-le-gambe1

In caso di capillari fragili si devono preferire gli alimenti ricchi di antociani. Questi antiossidanti sono caratterizzati da pigmenti che colorano di viola o di blu scuro i vegetali. Tali sostanze potenziano le pareti dei vasi capillari e così si riducono i rischi di infiammazione ma anche di dilatazione. Inoltre si contrasta la fragilità capillare che causa la loro rottura.

Per beneficiare di una buona scorta di antociani, si devono consumare frutti come: mirtilli, uva nera e ribes. Queste sostanze vantano anche delle valide proprietà astringenti utili per combattere: varici, couperose, emorroidi. Ma allo stesso tempo contrastano le aggressioni di batteri che colonizzano intestino e vescica.

Per riattivare la circolazione e così sgonfiare le gambe non devono mancare cibi ricchi di vitamina C. Si devono consumare non solo gli agrumi ma anche: kiwi, rucola, peperoni. La vitamina C possiede una valida azione antinfiammatoria capace di inibire la formazione di placche aterosclerotiche. Inoltre stimola la vasodilatazione con benefici sulla circolazione sanguigna.

In caso di cellulite, si ha allo stesso modo la necessità di sgonfiare le gambe. Tra le sostanze più vantaggiose ci sono i minerali come: il potassio, il magnesio ed il calcio. In particolare, il calcio regola la pressione sanguigna, contrastando il rallentamento della circolazione.

Così si evitano gli edemi ed i ristagni di liquidi che sono responsabili della cellulite. Per fare scorte di potassio si possono portare a tavola: pomodori, finocchi, meloni. Questi alimenti assicurano non solo effetti sgonfianti ma anche detox.

, , ,

Informazioni su GGdonna55

Vedi tutti gli articoli di GGdonna55 →